Il Gover­na­to­re Cam­pa­no De Luca incon­tra il Con­si­glio Diret­ti­vo di Com­pa­gnia del­le Opere

de luca in cdo

IL DENA­RO : De Luca e l’e­mer­gen­za rifiu­ti : ser­vo­no 500 milioni

Cin­que­cen­to milio­ni di euro : è que­sta la cifra che occor­re alla nostra regio­ne per risol­ve­re, defi­ni­ti­va­men­te, il pro­ble­ma dei rifiu­ti, una tra­ge­dia che, tra alti e bas­si, ci atta­na­glia, ora­mai, da qua­si sedi­ci anni”. Lo ha det­to il pre­si­den­te del­la Regio­ne Cam­pa­nia Vin­cen­zo De Luca all’incontro col diret­ti­vo dei soci del­la Com­pa­gnia del­le Ope­re : un con­fron­to aper­to tra i mas­si­mi espo­nen­ti dell’imprenditoria cam­pa­na e il neo gover­na­to­re De Luca. Che ha aggiun­to : E’ neces­sa­rio dare nuo­vo cre­di­to alla regio­ne Cam­pa­nia e par­ti­re al più pre­sto con la boni­fi­ca di Bagno­li, Abbia­mo un’area di 250 etta­ri che può diven­ta­re un’attrattiva turi­sti­ca a livel­lo mon­dia­le. Paral­le­la­men­te, dob­bia­mo lavo­ra­re per riqua­li­fi­ca­re le aree urba­ne dei cen­tri sto­ri­ci.

Una risor­sa decisiva

Rilan­cia­re il turi­smo, pun­ta­re sul made in Ita­ly ed inve­sti­re sui gio­va­ni sono solo alcu­ne del­le ini­zia­ti­ve mes­se in cam­po da CdO Cam­pa­nia, che con­ta, ad oggi, oltre 2500 azien­de che coin­vol­go­no a vario tito­lo più di 50mila per­so­ne tra addet­ti del­le impre­se e ope­ra­to­ri del ter­zo set­to­re. Da sem­pre – ha spie­ga­to il pre­si­den­te Mario Bar­ret­ta – CdO è vici­na a tut­ti i suoi soci. Le nostre azio­ni non sono mai ini­zia­ti­ve per­so­na­li per­ché rite­nia­mo che anche nel mon­do dell’impresa lo sta­re assie­me può dare la for­za neces­sa­ria ed aiu­ta­re l’azione del sin­go­lo impren­di­to­re, soprat­tut­to in un momen­to così dif­fi­ci­le come quel­lo che stia­mo attra­ver­san­do. Con il Vati­ca­no avvie­re­mo degli accor­di, per con­dur­re una par­te del flus­so di turi­sti nel­la nostra regio­ne, in occa­sio­ne dell’imminente Giu­bi­leo. Ed è fon­da­men­ta­le, per­ciò, riqua­li­fi­ca­re le strut­tu­re alber­ghie­re, anche uti­liz­zan­do i 10 milio­ni di euro che pro­ven­go­no dal­la tas­sa di sog­gior­no e che i Comu­ni, spes­so, non uti­liz­za­no nel­la manie­ra più adeguata”.

Così si aiu­ta­no i giovani

Turi­smo dun­que, ma anche made in Ita­ly, for­ma­zio­ne ed edu­ca­zio­ne dei gio­va­ni : è quan­to è emer­so dal con­fron­to aper­to che il diret­ti­vo dei soci del CdO ha for­te­men­te volu­to con il gover­na­to­re del­la Cam­pa­nia De Luca, che per la sua pri­ma usci­ta pub­bli­ca da neo-gover­na­to­re ave­va scel­to pro­prio Expan­de­re, il mee­ting orga­niz­za­to da CdO, lo scor­so giu­gno in Came­ra di Com­mer­cio. Come Cdo — ha con­clu­so Bar­ret­ta – cre­dia­mo mol­to nel­la poten­zia­li­tà dei gio­va­ni, per i qua­li voglia­mo cer­ti­fi­ca­re la for­ma­zio­ne anche a livel­lo più bas­so, per inte­gra­re, nel mon­do del lavo­ro, anche i ragaz­zi che pro­ven­go­no da real­tà eco­no­mi­che più disa­gia­te. Solo nel quar­tie­re Sani­tà, per esem­pio, esi­sto­no tan­te real­tà socia­li che anco­ra poco si conoscono.”

Il rien­tro degli investitori

Nuo­ve oppor­tu­ni­tà di lavo­ro devo­no poi arri­va­re anche dal resho­ring : ovve­ro dall’opportunità di ripor­ta­re la pro­du­zio­ne del Made in Ita­ly diret­ta­men­te in Ita­lia. Per esse­re com­pe­ti­ti­vi – spie­ga­no in CdO — occor­re abbre­via­re i tem­pi di pro­du­zio­ne per ade­guar­si alle nuo­ve esi­gen­ze di mer­ca­to ; si sta ridu­cen­do, enor­me­men­te, l’appeal rap­pre­sen­ta­to, fino ad oggi, dai pae­si del Far East.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *