LA NOTTE DEGLI ANGELI PER LE STARTUP CON I PIEDI PER TERRA

Polo Tecnologico di  San Giovanni a Teduccio, Via Protopisani 50 Napoli, Venerdì 16  Settembre 2016 dalle ore 17:00

Nel pomeriggio del 16 settembre si svolgeranno una serie di incontri e iniziative, con la finalità di promuovere il dibattito sulla centralità delle nuove imprese innovative. La Notte degli Angeli, evento centrale della giornata, ha come obiettivo quello di far conoscere lo stato di avanzamento dei progetti d’impresa che hanno già avviato il proprio percorso nell’ambito di Start Cup Campania 2016.

La Notte degli Angeli  consente - su base volontaria - a tutti i gruppi iscritti a Start Cup Campania 2016 di presentare la propria impresa in 3 minuti (senza lucidi) a Business Angel,  Investitori e  Venture Capitalist presenti che possono così incontrare, ed eventualmente affiancare, i gruppi nelle fasi successive.

La Notte degli Angeli  rappresenta un primo traguardo in vista della Finale Regionale della Start Cup Campania 2016 che si svolgerà Venerdì 7 Ottobre (ore 14.30) a Piazza del Plebiscito a Napoli nell’ambito di Futuro Remoto. La Finale Nazionale del PNI (Premio Nazionale dell’Innovazione) si svolgerà l’1 e il 2 Dicembre a Modena e Reggio Emilia.

L’iniziativa si svolge all’interno della giornata Nuove Luci a Napoli Est. Per gli interessati a partire dalle 17 sarà possibile effettuare una visita guidata ai laboratori e partecipare ad un laboratorio creativo organizzato da Città della Scienza per l’esperimento “Reazione a catena”.

A partire dalle 20:00 una selezione musicale curata dalle associazioni degli studenti. Il campus sito in via Protopisani 50, Napoli,  è dotato anche di un ampio parcheggio.

L'iniziativa é a cura di Francesco Castagna, Roberto Cerchione e Mario Raffa.

notte degli angeli

L’ICT di Confindustria Napoli @smau: La valorizzazione delle esperienze innovative in campo digitale, sviluppate dalle aziende ICT campane

SMAU è l'evento di riferimento nei settori innovazione e digitale per le imprese ed i professionisti italiani. Da oltre 50 anni Smau aiuta le imprese ed i professionisti italiani ad innovare ed è il momento scelto da imprenditori, manager, aziende e pubbliche amministrazioni per crescere e aggiornarsi su temi quali innovazione, tecnologia e ICT.

Durante la manifestazione tenutasi a Napoli il 17 ed il 18 dicembre, si è svolta anche una sessione durante la quale, la Sezione ICT dell’Unione degli Industriali di Napoli, luogo di aggregazione delle eccellenze del territorio nel settore informatico e delle telecomunicazioni e guidata dal presidente Gaetano Cafiero, ha presentato il programma 2015-2017. La sezione è il “luogo” della partecipazione istituzionale delle imprese alla vita associativa attraverso il consiglio della sezione che, in quanto eletto direttamente dalle assemblee delle aziende, costituisce l’espressione politica della base associativa e si propone come punto di riferimento e snodo organizzativo per le imprese della propria categoria. Inoltre, supporta la tutela degli interessi imprenditoriali del relativo settore e orienta i servizi operativi forniti dall’associazione verso le imprese. Sul piano operativo, la sezione ICT, da vita, a gruppi di lavoro o di interesse finalizzati all’approfondimento di specifiche tematiche e promuove e realizza iniziative ed incontri, anche con la collaborazione di soggetti interni o in partenariato con soggetti esterni all’associazione. I gruppi di lavoro costituiti ad oggi sono tredici e trattano tematiche quali l’internazionalizzazione, le digital opportunities, la programmazione negoziata (POR 2014-2020, UE H2020), l’ecosistema education e startup, il marketing associativo e la comunicazione, la contrattualistica ICT, il distretto 3D, la sanità digitale, le smart-cities, gli eventi B2B e l’ICT per il sociale. Infine, offre condizioni economiche vantaggiose per servizi di interesse per gli associati, grazie alle numerose convenzioni stipulate con partner nazionali e locali. Durante il workshop sono stati inoltre affrontati i temi della digitalizzazione dell’impresa produttiva, ed il vantaggio competitivo che ne deriva.

Ha introdotto i lavori Francesco Castagna, CEO di SMS Engineering nonché membro del consiglio direttivo della sezione, a seguire poi tre interventi: “Le relazioni tra il Sistema delle Imprese e l’Ateneo Federico II per la valorizzazione delle competenze dei laureati ed il supporto alle innovazioni nelle Imprese con alcune evidenze relative all’ICT” a cura del prof. Guido Capaldo dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, “L’ importanza dell’ICT per lo sviluppo delle aziende e il valore di essere associati a Confindustria” a cura di Giuseppe Lieto CEO di System Management e membro del direttivo della sezione ed infine “Il vantaggio della digitalizzazione dei processi aziendali” a cura di Luigi Silipo, direttore operativo di IT Allianz. Subito dopo c’è stato un workshop dal titolo “Soluzioni innovative per l’industria della manifattura: 90 secondi per scoprire le novità per il tuo settore” in cui è intervenuto il vicepresidente sella sezione ICT, Giuseppe Esposito Mocerino, CEO di Netgroup, con Roberto Barbarossa di Carpisa e moderato da Federico Pedrocchi di Radio 24. Nelle foto sotto alcuni momenti della presentazione.   smaunapoli2015

BE@SMAU2015

La manifestazione si è svolta presso la Fiera Milano City dal 21 al 23 ottobre e sono state 3 giornate dedicate al digitale, alle imprese italiane, alle pubbliche amministrazioni e soprattutto alle startup! Hanno partecipato oltre 450 aziende, 300 startup e oltre 70 investitori interessati a scoprire l’innovativo ecosistema nazionale, in più sono stati organizzati oltre 300 workshop tenuti dai più conosciuti professionisti del settore.  L’obiettivo di quest’ultima edizione era quello di presentare nuove soluzioni, favorire l’incontro tra fornitori e favorire il b2b. Numerosa, sia in termini qualitativi che quantitativi la presenza di aziende ed istituzioni del nostro territorio. Presente tutto il sistema della ricerca campano, con i Distretti ad Alta Tecnologia ed i Laboratori Pubblico privati, insieme con gli investimenti per lo sviluppo della banda ultra larga. I distretti di alta tecnologia (DTA) costituiti con l'azione di MIUR e della Regione Campania sono sei ed operano nelle aree strategiche di investimento: DAC (Distretto Aerospaziale), STRESS (Edilizia ecosostenibile) Databenc (Beni culturali), Campania Bioscience (Biotecnologie), Smart Power System (Energia), Dattilo (Trasporti e Logistica). A questi si aggiunge il Distretto tecnologico sui materiali, IMAST. Ogni DTA è affiancato da un numero variabile di cluster di secondo livello. I Laboratori pubblico-privati già esistenti sono 8. A questi se ne aggiungono altri 13: Ritam (materiali per aerospazio), Ehealthnet (ict per la salute), Top-in (ict per telecomunicazioni e sensoristica), Temotec ( ict per beni culturali), Biochamp ( materiali per la salute), Atena – Fuel Cell lab (energia), Marte (trasporti e logistica), M2Q (agroalimentare), Marea (materiali per agroalimentare), Bio.cam (biotecnologie), Most (trasporti), Idrica (ambiente), Sorriso (materiali per la salute). Nei distretti sono coinvolte oltre 500 imprese di cui oltre 400 pmi. Presso lo stand della Regione Campania sono stati raccontati i risultati del grande Progetto Banda Ultralarga, la prima regione italiana a completare il programma relativo alla realizzazione della rete di nuova generazione in fibra ottica e favorire il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea. Sono infatti stati conclusi gli interventi infrastrutturali nei 155 comuni coinvolti dal progetto (36 in più rispetto ai 119 previsti dal piano originario). L'investimento complessivo è stato di oltre 175 milioni di Euro, di cui 118 milioni di fondi pubblici europei e 57 milioni a carico di Telecom Italia. Un milione e 147mila unità immobiliari abilitate alla fornitura di servizi digitali innovativi con connessioni da 30 a 100 Mbps, per un bacino di oltre 2 milioni e 800mila abitanti. Coinvolte 16 aree industriali e oltre 1400 sedi della PA, con 275 strutture sanitarie e 562 istituti scolastici.

Nella foto sotto, al centro, il CEO della SMS Engineering, Francesco Castagna, business coach e tutor di numerose startup, con l'Assessore della Regione Campania con delega all'internazionalizzazione, all'innovazione ed alle startup, Valeria Fascione, insieme a Pino D'Aniello e Giuseppe Autorino, cofounders della startup innovativa ArtRooms   beatsmau

TBIZ: ACCESSO AL CREDITO E FISCALITÀ DI VANTAGGIO PER STARTUP INNOVATIVE A SOSTEGNO DELLO SVILUPPO DEL COMMERCIO ELETTRONICO – 18 GIUGNO 2015 NAPOLI

L’ing. Massimiliano Canestro, membro della Commissione Finanza e Mercati Finanziari dell’ Ordine dei Commercialisti di Napoli e l’ ing. Francesco Castagna, Coordinatore della Commissione Informatica dell’ Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, Ti invitano al Workshop in oggetto.

Giovedì 18 Giugno 2015 dalle ore 15,30 alle ore 19,30 presso: sede Città della Scienza Via Coroglio n.57 Napoli

accesso al credito