TBIZ 2017: Le imprese innovative per lo sviluppo regionale: il ruolo delle nuove tecnologie – Premio Antonio Falconio

Premiazione dei migliori business plan del corso di Gestione dello sviluppo imprenditoriale a.a. 2016-17

L’iniziativa si è tenuta il 13 Settembre all'interno della cornice del Tbiz 2017 e rientra in una delle tappe del PNI - Premio Nazionale per l’Innovazione - collocandosi, così, nell’ambito del ciclo «Verso il PNI» e vede la partecipazione di imprese, start up, spinoff, venture capital, Università e Centri di Ricerca. L'evento è stato curato da Francesco Castagna, Mario Raffa e Pierluigi Rippa con il prezioso supporto del comitato organizzatore, costituito da Elvira Passaro e Giovanni Pastore.

Il Premio Nazionale per l’Innovazione è una competizione tra gruppi di persone che hanno scritto il business plan di un’idea imprenditoriale innovativa e hanno partecipato ad una delle business plan competition, denominate Start Cup, collegate alle Università italiane e agli Enti di Ricerca Pubblici associati a PNICube. Il Premio si terrà a Napoli il 30 Novembre e il 1° Dicembre 2017.

Durante la manifestazione si è svolta la Pitch competition "Premio Antonio Falconio", dopo le precedenti edizioni tenute all’Unione degli Industriali, alla Camera di Commercio, al Comune di Napoli, a Città della Scienza ed a Palazzo Caracciolo, quest’anno il premio è stato vinto dal gruppo Ooho - A2BE, seguito al secondo posto da TopDen, mentre l'ultimo scalino del podio è andato al gruppo SafeGo. A seguire, gli interventi di Amedeo Giurazza di Vertis che ha presentato i nuovi fondi "Vertis Venture 2 Scaleup e Vertis Venture 3 Technology Transfer", di Ciro Fiorillo di Unicredit che ha presentato "Valore, percorso di accelerazione ed accompagnamento alla crescita per le imprese del Sud" ed infine, di Clinic Center che ha presentato "Le nuove tecnologie a sostegno della riabilitazione".

A valutare la migliore Business Idea sviluppata dagli studenti del corso di Gestione dello Sviluppo Imprenditoriale per l'a.a. 2016-2017, tenuto da Francesco Castagna, sono intervenuti: Antonio Moccia, Valeria Del Tufo, Giuseppe Bruno, Amedeo Giurazza, Giovanni De Caro, Giovanni Lombardi, Giovanni Esposito, Filippo Ammirati, Pasquale Popolizio, Simona Trucillo, Giampiero Bruno, Ciro Fiorillo, Paolo Cozzi, Francesca Cocco, Antonio Russolillo, Riccardo Elio Esposito ed Oreste Filosa.

Gestione dello Sviluppo Imprenditoriale - Francesco Castagna

10° PREMIO BEST PRACTICES PER INNOVAZIONE

Si è chiuso il 2 dicembre 2016, presso la Stazione Marittima di Salerno, il 10° Premio Best Practices per Innovazione. 101 progetti provenienti da tutta Italia, 40 mila visualizzazioni sul sito web registrate in tre giorni, centinaia di interazioni e condivisioni sui profili social network ufficiali. La decima edizione del Premio Best Practices per l’Innovazione sarà ricordata per i grandi numeri web e, soprattutto, per la vittoria di un’impresa salernitana Metoda spa, con oltre 25 anni di attività alle spalle. Il presidente di Confindustria Salerno Mauro Maccauro ha consegnato ad Aniello Russo, AD di Metoda, l’ambito premio. Secondi classificati ex aequo i progetti Resettami dell’azienda CLE di Bari, un’innovativa modalità di gestione delle informazioni in ambito socio sanitario, e Pure Air Zones dell’azienda torinese U-Earth, che consente di misurare e conoscere la qualità dell’aria che respiriamo e quindi preservare la salute delle persone. Un progetto per una città più intelligente e consapevole. Terzi classificati ex aequo i progetti Cornerless dell’azienda salernitana Sada, che ha ideato un vassoio in cartone ondulato più sostenibile e competitivo in termini di prezzo rispetto alle soluzioni tradizionali, e Sts dell’azienda romana Proge–Software, uno strumento innovativo che consente al chirurgo di accedere e controllare in tempo reale ogni tipo di esame diagnostico anche in fase di intervento. Il premio Telecom è andato invece al progetto Rheticus dell’azienda barese Planetek, che consente una nuova modalità di fruizione dell’informazione geografica, dinamica e sempre aggiornata. La sezione “UpStart” intitolata alla memoria dell’imprenditore Paolo Traci, è stata vinta dalla startup di Perugia Sentetic, una piattaforma software che analizzando i dati di un qualsiasi dispositivo industriale, riesce ad identificare eventuali anomalie di funzionamento e stimare la probabilità di futuri guasti. Seconda classificata Enerbrain, startup torinese che ha messo a punto un sistema che migliora l’aria all’interno degli edifici tagliando del 30% il consumo energetico. Terzi classificati ex aequo le startup Carepy e Mamma Cult. “La novità di questa decima edizione è stato il coinvolgimento delle scuole superiori con l’introduzione di un hackathon, realizzato in collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Salerno e Sellalab – ha spiegato Edoardo Gisolfi, presidente del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno – Inoltre, i referenti di Banca Sella hanno annunciato in questi giorni la nascita del Sellalab in città nel 2017. Una grande opportunità per tanti giovani del nostro territorio.” Tra i membri del comitato tecnico-scientifico dell’edizione 2016, anche l’ ing. Francesco Castagna, CEO della SMS Engineering, azienda vincitrice del Premio Nazionale per l’Innovazione Premio dei Premi della Presidenza della Repubblica oltre che del “Premio Imprese per Innovazione IxI 2016” di Confindustria.

Nella foto sotto da sinistra, Gaetano Cafiero Presidente della Sezione ICT dell’Unione Industriali di Napoli, Antonio Palumbo, Business Sales Sud Large Private & Public Director di TIM, Francesco Castagna e Giuseppe Perone, ad di Tecnosoft; nella foto a destra, Francesco Castagna con Edoardo Gisolfi.

dicembre best practice

Giornata di lancio Start Cup Campania 2016

16 marzo 2016 ore 14,30 Aula Magna Leopoldo Massimilla, Scuola Politecnica e delle Scienze di Base

piazzale V. Tecchio 80, Napoli

Com’è noto, dal 2010, le Università Campane organizzano la competizione denominata “Start Cup CAMPANIA”, il premio per l'innovazione finalizzato a mettere in gara gruppi di persone che elaborano idee imprenditoriali basate sulla ricerca e sull'innovazione, di qualsiasi area scientifica. Quest’anno è previsto una menzione speciale per le imprese costituite da soli studenti. I vincitori del concorso regionale - che si terrà a Napoli nel prossimo ottobre - partecipano, poi, al concorso nazionale “Premio Nazionale per l’Innovazione” la cui manifestazione conclusiva quest’anno si terrà nei giorni 1 e 2 dicembre a Reggio Emilia e Modena. Durante l’incontro verranno illustrate tutte le fasi e le attività che saranno svolte nel 2016 per supportare i gruppi che mirano ad avviare nuove imprese. A tale scopo le Università promotrici predisporranno, con esperti provenienti dal mondo imprenditoriale e docenti interni, attività di formazione e di tutoraggio finalizzate alla stesura del progetto finale. La SMS engineering, da sempre attiva nell'ambito dell'innovazione ed attenta allo sviluppo del territorio, contribuirà allo sviluppo della manifestazione promuovendo e supportando con le sue risorse, la pregevole iniziativa. Per ulteriori informazioni e per l’iscrizione consultare il sito: http://www.startcupcampania.unina.it/

mettiti in gioco

Scarica la locandina

Se hai un’idea innovativa e originale, il concorso Start Cup Campania 2016 ti aiuta a trasformarla nel tuo progetto d'impresa. Ai primi cinque classificati sarà attribuito un premio del valore rispettivamente di 5.000, 3.000, 2.000, 1.000 e 1.000 euro. Le idee vincitrici, inoltre, parteciperanno alla fase finale del Premio Nazionale per l’Innovazione.

concorso