Cisco Internet of Everything: con la SMS Engineering arriva la trasformazione digitale, 25 febbraio 2016

Il 25 Febbraio è stato il momento di Cisco Internet of Everything con SMS Engineering a Napoli, nella Sala Cenzato, sede Unione degli Industriali di Napoli in Piazza dei Martiri. L’evento ha riscosso un notevole successo ed ha visto la presenza di oltre 60 persone tra cui rappresentanti di PMI e grandi imprese, istituzioni locali e del mondo accademico. Cisco Internet of Everything (IoE) è un innovativo paradigma che contempla l’interconnessione di dispositivi, oggetti, persone, dati e processi, con l’obiettivo di aiutare i clienti a migliorare l’operatività ed ampliare la produttività, risparmiando tempo e denaro. Cisco ed SMS Engineering - Premier Partner di Cisco – hanno tenuto un workshop informativo sul mondo di Internet of Everything ed illustrato la soluzione Cisco IoT System, che connette nuovi luoghi come reparti produttivi, reti energetiche, strutture sanitarie e sistemi di trasporto in modo intelligente ed efficiente. Si sono alternati nei saluti Gaetano Cafiero Presidente Sezione ICT Unione degli Industriali di Napoli, Antimo Angelino Vice Coordinatore della Commissione Informatica dell’ Ordine degli Ingegneri di Napoli, Francesco Castagna CEO SMS Engineering, Giuseppe Lipardi Territory Business Manager CISCO, Giancarlo Esposito Territory Business Manager CISCO ed il Presidente dell’AFCEA Naples Chapter Gen. Dario Nicolella. L’incontro è stato moderato dalla giornalista Mariagrazia Toscano. Tra le numerose aziende presenti al workshop si evidenzia la presenza del Consorzio Facitaly specializzato nel Global Service e Facility Management.

I Panel Tecnici hanno visto alternarsi le presentazioni (scaricabili) di:

Diego Zucca - CISCO - “IOE overview: trends, reference model and addressable markets - Manufacturing 4.0

Fabio Orsini IT Centric – “Connected Safety and Security

Danny BrugnoloTrueverit–“IoT e Riv. Industriale 4.0 – Il futuro della fabbrica intelligente”  

UNICA Channel TV: Internet of everything arriva la trasformazione digitale
  VIDEO CISCO IOE  

Internet of Things, in italiano Internet delle cose o Internet degli oggetti, sta cambiando tutto, compresi noi stessi. Secondo Cisco IBSG (Internet Business Solutions Group), l'Internet delle cose indica semplicemente il momento in cui a Internet hanno iniziato a essere connesse più "cose (o oggetti)" che persone. Nell'accezione fondamentale, la conoscenza è quell'insieme di informazioni di cui qualcuno è al corrente. Conoscenza ed esperienza, a loro volta, generano saggezza. Tuttavia, mentre la conoscenza cambia nel tempo, la saggezza è eterna. Tutto, comunque, ha inizio con l'acquisizione di dati. È poi importante sottolineare la correlazione diretta tra input (dati) e output (saggezza). Più dati vengono creati, più conoscenza e saggezza si possono ottenere. L'Internet delle cose aumenta radicalmente la quantità di dati che possiamo elaborare. Questo, unito alla capacità di Internet di comunicare tali dati, consentirà ulteriori progressi. Quando il numero di oggetti connessi a Internet ha superato quello delle persone, si sono aperte enormi opportunità per la creazione di applicazioni nei campi dell'automazione, del rilevamento e delle comunicazioni tra macchine. Di fatto, le possibilità sono quasi infinite.

evento CISCO

CISCO IOE 25 FEBBRAIO 2016

NUOVI STANDARD E INCENTIVI PER IL SETTORE ALBERGHIERO – Nasce a Napoli Facitaly, il primo consorzio ecogreen

JulieNewsTV: Nasce a Napoli il primo consorzio ecogreen - VIDEO

Si è svolto mercoledì 4 Febbraio 2015, il workshop "Nuovi standard e incentivi per il settore alberghiero - il Facility Management come soluzione strategica per piccoli e grandi hotel", presso il complesso Eccellenze Campane, un "contenitore" di piccole imprese operanti nei diversi comparti del settore enogastronomico, nato per promuovere e valorizzare le eccellenze agroalimentari direttamente dal produttore al consumatore senza passaggi intermedi. Focus del seminario è stata la presentazione del progetto di Facility Management del consorzio Facitaly relativamente alle strutture ricettive. Moderatrice dell'incontro Fabiana Sera, blogger, doppiatrice e speaker radiofonica.

Ha aperto i lavori il dott. Paolo Bonavolontà, il quale ha illustrato in che modo il Facility Management è arrivato in Italia e si è evoluto, ponendo particolare attenzione sul fatto che nel sud Italia non esistano Global Services orizzontali, ma solamente verticali. Il progetto Facitaly è il primo Global Facility Management orizzontale, che nasce dalla collaborazione di 8 aziende aventi come obiettivo comune la gestione integrata di tutto il servizio manutentivo, ordinario e straordinario. Un unico interlocutore reperibile in qualsiasi momento, grazie alla predisposizione di un call center attivo 24 ore su 24. Inoltre, per agevolare l'accesso ai suddetti servizi, vi è la possibilità di beneficiare di una convenzione bancaria stipulata dal consorzio.

A seguire l'architetto Fabrizio Mautone, professore di Interior Design ed esperto in Hospitality, il quale ha spiegato come da qualche anno a questa parte, si è sentita l'esigenza di considerare il Facility Management come alternativa all'outsourcing, rendendo possibile, in tal modo, la concentrazione delle risorse e attenzione sul proprio “core business”.

Si è ritornati ad una concezione domestica nelle strutture ricettive ed è imprescindibile legare l'estetica alla funzionalità. E' necessario mettere insieme le esigenze delle differenti culture ed arredare con gusto ed eleganza.

L'intervento successivo "Spende meglio chi spende green" a cura dell'ing. Marina Masone, ha trattato il tema dell'efficienza energetica, la sostenibilità e l'abbattimento dei costi. Perché un albergatore dovrebbe decidere di spendere green?

I costi sostenuti per l'ambiente, spesso sono stati visti come un costo morto per le aziende, le quali subivano un clima di controlli coercitivo e vessatorio, che non apportava alcun risultato. In realtà, tutti i costi che si sostengono per l'ambiente sono un investimento. Oltre a fattori etici, certificare il proprio impegno verso l'ambiente genera un forte ritorno sull'immagine dell'azienda.

Tra i riconoscimenti con valenza europea vi è l'Ecolabel (Regolamento CE n. 66/2010) ossia il marchio dell'Unione europea di qualità ecologica che premia i prodotti e i servizi migliori dal punto di vista ambientale, in Italia ha preso piede soprattutto nelle strutture turistiche. Uno dei criteri da rispettare per ottenere l'Ecolabel è limitare il consumo energetico, che tra l'altro si traduce in un'immediata forma di ritorno economico. Oltre ad un minore impatto ambientale e alla riduzione dei costi, per chi aderisce al Regolamento Ecolabel, la legge prevede benefici e incentivi.

La parola passa all'ing. Claudio Miranda della Graded S.p.A., trattando la questione dell'efficienza energetica, la quale può essere raggiunta in due modi: evitando gli sprechi e massimizzando l'utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili. Attraverso una diagnosi energetica (audit energetico) è possibile valutare l'efficienza dell'organizzazione del sistema di gestione del risparmio energetico. E' una delle componenti chiave all'interno di un programma di efficienza energetica.

Sempre in tema di energy saving, l'intervento del dott. Marco Melotti di FAAC - Gestione automatizzata dei varchi, il quale ha presentato le ultime innovazioni tecnologiche nella soluzione di ingressi automatici pedonali: una combinazione di software e sensori intelligenti controllano il movimento delle ante scorrevoli degli ingressi automatici, riconoscendo la camminata del pedone e riducendo i tempi di apertura delle porte. Ciò consente sia di ridurre gli sprechi di energia, sia di preservare la temperatura interna. Attraverso un software Thermotool è possibile calcolare l'energia sprecata attraverso il numero di cicli che le porte effettuano.

Nell'intervento successivo, a cura dell’ ing. Pasquale Ranieri di Ranieri Impiantistica sono state affrontate le problematiche connesse alla manutenzione degli impianti di filtrazione dell'aria e alla relativa normativa sanitaria. In particolare, per quanto riguarda le strutture ricettive devono rispettare dei protocolli igienico-sanitari precisi prima di consegnare le stanze agli ospiti.

Connesso al tema precedente, l'intervento del dott. Giulio Capone - D'ORTA - Servizi e prodotti per la disinfestazione, il quale ha spiegato che uno dei problemi più ricorrenti delle strutture ricettive sono le cimici. Si è passati da due casi all'anno a 3 a settimana.

Servizi e prodotti per la disinfestazione

Si è passati poi agli aspetti tecnologici con l'intervento del dott. Andrea Bachrach - Gruppo STI, analizzando le problematiche relative alla connettività e alla banda, spiegando quanto la copertura wifi  sia un fattore determinante nella scelta di una struttura rispetto ad un'altra.

"Ottimizzare anche la gestione interna delle strutture ricettive" è stato il tema trattato dall'ing. Antonio Ascione, Presidente della SMS Engineering, il quale ha presentato la soluzione software BI-Hospitality, ossia uno strumento di business intelligence verticalizzato per le strutture turistiche, in grado di trasformare la grande quantità di dati a disposizione della struttura in informazioni rilevanti per la definizione delle proprie strategie aziendali. Inoltre, l'analisi della Brand Reputation sui social media è un processo che non può essere trascurato. BI-Hospitality è in grado di estrarre dai software di gestione qualunque tipologia di dato, li integra con i BigData dei social media, li aggrega nella forma voluta e li presenta in maniera sintetica.

ascione facitaly

FACITALY AD EXPANDERE 2014, IL GLOBAL SERVICE DELLE ECCELLENZE CAMPANE

Anche quest’anno la Compagnia delle Opere Campania ha proposto ai Soci Expandere 2014. L’evento si è tenuto il 29 maggio a Napoli, presso la Mostra d’Oltremare ed è stato preceduto da una serata conviviale il giorno 28 maggio. Giunto alla sua quarta edizione, rappresenta un modello innovativo di fare Rete attraverso incontri b2b con imprenditori nazionali ed esteri. La scorsa edizione ha visto la partecipazione di ben 250 imprese, 600 partecipanti, oltre 3000 incontri, sei seminari, quattro workshop. L’edizione di quest’anno è stata caratterizzata da diverse novità: internazionalizzazione potenziata con la presenza diretta di buyer stranieri provenienti da Paesi strategici maggiore presenza di importanti; la Piazza Finanza, un’area dedicata al credito per dialogare con istituti di credito e i partner BFS e Gafi Sud; seminari dedicati alla finanza e al credito. Tante le novità di quest’anno portate dalle varie imprese intervenute, la più originale delle quali l’iniziativa “una miss Italy per Facitaly” del Consorzio di Imprese FACITALY. Tutte le aziende che hanno avuto un incontro B2B con le aziende del consorzio sono state accolte dalla finalista Campana di Miss Italia, Nunzia Esposito. Facitaly consorzio composto dalla SMS Engineering, Marsa Sicurezza, STI, Graded, Ranieri Impiantistica, Ascensori Bonavolontà, GSN, D’Orta, PierreMedia, nasce dal'unione di aziende altamente specializzate in settori differenti al fine di offrire una vasta gamma di servizi integrati disponibili sull'intero territorio nazionale. Facitaly, facility management globale, soddisfa tutte le esigenze a 360° ed è composta dalle ditte di eccellenza storiche della Campania nei sui diversi settori. Hanno rappresentato il Consorzio ad Expandere: Pasquale Ranieri, Sergio Ragosta, Massimiliano Canestro ed Andrea Bachrach, in foto sotto con al centro la Miss Napoletana, Nunzia Esposito.