2016 – La SMS Engineering riceve dal Presidente della Repubblica il Premio nazionale per l’Innovazione “Premio dei Premi”

Il 20 settembre 2016, al Palazzo del Quirinale, la SMS Engineering riceve dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il Premio dei Premi, ritirato da Francesco Castagna, amministratore delegato dell’azienda, accompagnato da Massimiliano Canestro, in rappresentanza anche degli altri due soci, Antonio Ascione e Rosangela Capasso.

L’azienda ha vinto il “Premio Imprese per Innovazione IxI 2016” di Confindustria ed in particolare si è classificata anche tra le prime nove imprese che hanno ricevuto il Premio dei Premi, organizzato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Presenti alla Cerimonia il Presidente del Cotec Luigi Nicolais ed il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini.

Le imprese che sono state premiate insieme alla SMS Engineering sono: Telecom Italia - TIM, STMicroelectronics, Deadgroup, Arcadia Consulting, BTO, Comer, Fluid-o-Tech, Marlegno. Tra i Gradi Gruppi Industriali sono stati premiati: Centro ricerche del Gruppo FCA, ENI, Ferrovie dello Stato Italiane, Leonardo Finmeccanica e STMicroelectronics.

Il Premio Nazionale per l’Innovazione, la cui organizzazione è a cura della Fondazione Cotec, viene assegnato alle migliori esperienze d’innovazione, realizzate, nei settori dell’industria e dei servizi, dell’università, della pubblica amministrazione e del terziario. Il Premio viene conferito ai vincitori dal Presidente della Repubblica, in occasione della Giornata Nazionale dell’Innovazione, istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e celebrata per la prima volta il 10 giugno 2008. Esso si pone l’obiettivo di assicurare un momento annuale di riflessione in merito allo stato dell’innovazione nel Paese ed al fine di condividere gli obiettivi strategici da raggiungere, alla presenza dei più alti rappresentanti del mondo delle istituzioni, delle imprese e della ricerca.

La Giornata costituisce altresì la sede di presentazione del Rapporto annuale sull’Innovazione curato dalla Fondazione Cotec, il quale raccoglie e struttura i dati più aggiornati sugli indicatori di competitività del sistema dell’innovazione italiano. La Giornata Nazionale dell’Innovazione, inoltre, valorizza in un’occasione unica e di rilevanza nazionale, le migliori esperienze di innovazione in Italia, che vengono riconosciute con uno specifico Premio Nazionale per l’Innovazione istituito per concessione del Presidente della Repubblica.  Nel pomeriggio, presso il Tempio di Adriano, si è tenuto il convegno “La cultura dell’Innovazione in Italia”, seconda sessione della giornata dell’innovazione. Fra i relatori, coordinati da Riccardo Luna, sono intervenuti Marianna Madia (Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione), Giorgio De Rita (Segretario Generale, CENSIS), Claudio Roveda (Direttore Generale, Fondazione Cotec), Alessandra Clemente (Assessore alle Politiche Giovanili, Creatività e Innovazione, Comune di Napoli), Lorenzo Lipparini (Assessore a Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data, Comune di Milano), Flavia Marzano (Assessore alla Roma Semplice, Comune di Roma), Luigi Nicolais (Presidente, Fondazione Cotec), Nicoletta Amodio (Area Innovazione e Education, Confindustria), Marco Cantamessa (Presidente, PNICube), Elio Gullo (Direttore Generale, Ufficio per l'Innovazione e la Digitalizzazione, Dipartimento Funzione Pubblica), Alessandro Micheli (Presidente Giovani Imprenditori, Confcommercio), Giovanni Pirovano (Membro del Comitato di Presidenza con delega all’Innovazione, ABI) e Giovanna Talocci (Vice Presidente, ADI).

Da sinistra verso destra, Foto1: Francesco Castagna, Il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e Massimiliano Canestro; Foto2: Massimiliano Canestro, Francesco Castagna e il Presidente del Cotec Luigi Nicolais; Foto3: Luigi Nicolais, Francesco Castagna, il Ministro dell’Università e Ricerca Stefania Giannini, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed il Ministro della Semplificazione e Pubblica Amministrazione Marianna Madia.

2016premioixi

SUMMIT ASSOCIATIVO DEL SETTORE ICT – CONFINDUSTRIA ROMA 30 GENNAIO 2015

Si è svolto a Roma, il 30 Gennaio 2015, il Summit associativo del settore ICT presso la sede centrale di Viale dell’Astronomia dell’Unione degli Industriali. Dopo 7 anni, il Presidente Elio Catania, ha avuto il coraggio e la visione di convocare un summit di tutto il settore ICT che orbita nella galassia di Confindustria. E’ stato un vero successo!!! In termini di adesioni, di contenuti, di progetti discussi e del valore per il sistema paese in cui Confindustria e gli imprenditori non devono e non vogliono sottrarsi. Dopo, il quadro generale illustrato dal presidente Catania, c’è stato un interessante intervento di Alessandra Poggiani di AgID, la presentazione del lavoro svolto e da svolgere dallo streering committe di Confindustria digitale, durante il quale sono intervenuti Carlo Purassanta per le Piattaforme di filiera per le PMI, Nicola Ciniero per le Piattaforme strategiche per la pubblica amministrazione, Stefano Venturi per la Cultura e le competenze digitali, Pietro Guindani per l’Ecosistema internet, Alberto Tripi per l’internazionalizzazione del sistema ICT e Giorgio Mosca in rappresentanza di Oscar Cicchetti, per Innovazione, Start-up e Smart Cities. Infine, sono intervenuti i presidenti delle singole associazioni ed in particolare Cesare Avenia per Asstel, Umberto Costamagna per Assocontact, Giancarlo Grasso per Anitec ed infine c’è stato l’ottimo intervento di Agostino Santoni di Assinform. Dopo l’interazione dei relatori con il pubblico, Catania ha chiuso i lavori, evidenziando come sia emersa chiaramente una visione condivisa del futuro del paese che potrà ritrovare competitività solo se riuscirà a salire sul treno, già in corsa, della trasformazione digitale e pensando sempre più in ottica di sistema, al fine di cogliere la massima sinergia tra tutti gli attori pubblici e privati, portatori di talenti, competenze ed eccellenze che in tal modo potranno essere valorizzate nell'interesse dell’Italia.

Presenti al Summit l’ing. Francesco Castagna, CEO di SMS Engineering e membro del Direttivo della Sezione ICT dell’Unione Industriali di Napoli, nella foto sotto insieme all’ing. Salvatore Coppola, Account Manager di Tecnosistemi SpA.

summit ict

SEMINARIO ECONOMICO ITALIA-VIETNAM, ROMA 14 GENNAIO 2015

Si è svolto a Roma, mercoledì 14 gennaio 2015, presso la prestigiosa sede del Complesso del Vittoriano - Sala Verdi, Ala Brasini il Seminario Economico Italia – Vietnam, organizzato dall'Ambasciata Vietnamita a Roma, in collaborazione con Confindustria e Unindustria.

Il seminario era rivolto alle imprese che vogliono approfondire le opportunità di cooperazione ed investimento in Vietnam. Al workshop sono stati analizzati i risultati della recente ‘missione di sistema’ svoltasi lo scorso novembre ad Hanoi e Ho Chi Min City e per approfondire l’offerta industriale del mercato asiatico. L’evento è stato moderato dall'Ambasciatore Vietnamita in Italia, S.E. Nguyen Hoang Long, in foto sotto con l’ ing. Massimiliano Canestro della SMS Engineering.

Dopo i saluti Introduttivi, dell’Assessore Attività produttive Comune di Roma Marta Leonori e dell’Assessore Attività produttive Regione Lazio Guido Fabiani. A seguire il Dr. Attilio Tranquilli, Vice Presidente Unindustria, Unione degli Industriali e delle Imprese Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo che ha affrontato il tema delle eccellenze del territorio per il mercato vietnamita, il Dr. Daniel Kraus, Vice Direttore Generale Confindustria, che ha mostrato i Risultati della recente missione imprenditoriale in Vietnam e le prossime attività di follow up e Mr. Pham Hoang Hai, Segretario Generale ICHAM con il suo intervento: Viet Nam, la nuova sfida. Un forte accento è stato posto sul fatto che il Vietnam punta ad aumentare il consumo interno, con imprenditori che amano il rapporto diretto allo stesso modo di come si fa in Italia, con una classe media che sta crescendo a ritmi sostenuti e che sarà il futuro della nazione.

Sono stati inoltre presentati dei casi di successo (PIAGGIO, GATTINONI, ARISTON THERMO, Alitalia Maintenance Systems S.p.A. – AMS) prima dell’intervento di chiusura a cura di Riccardo Maria Monti, Presidente di ICE AGENZIA.

Il Vietnam è tra le economie più emergenti, con una crescita del +5,4% del Pil nel 2013. I costi di produzione nel Paese asiatico risultano particolarmente competitivi in virtù di una serie di fattori: buon livello d’istruzione di base, manodopera giovane e motivata, elevata concentrazione di industrie, esistenza di parchi industriali ben organizzati e a costi contenuti. Il governo del Vietnam in questi anni ha attuato una serie di riforme finalizzate a ridurre l’inflazione, privatizzare le società statali, e ammodernare le regole in materia di tutela della proprietà intellettuale. Degli oltre 90 milioni di abitanti oltre il 60% è sotto i 35 anni ed il tasso di disoccupazione è al 2% con una inflazione sotto il 5%. Tra i principali prodotti esportati vi sono il tessile e l’abbigliamento, petrolio e derivati, prodotti agricoli, prodotti della pesca, calzature, mobili e prodotti in legno e componenti elettronici, mentre importa principalmente: macchinari, in particolare quelli prodotti in Italia, petrolio e prodotti chimici, prodotti elettronici, tessuti e macchinari per il tessile, ferro e acciaio e materie plastiche. L’Ambasciatore Long ha raccontato che dopo 30 anni di sviluppo economico con un modello basato sulla “quantità”, il Vietnam si sta sposatndo verso un modello di sviluppo economico basato sulla “qualità”. Affinchè ciò possa avvenire serve la tecnologia (i macchinari italiani sono apprezzatissimi), formazione (per creare una mandopera più qualificata), miglioramento della gestione manageriale delle imprese (anche attraverso manager italiani). Il Vietnam ritiene l’Italia un Partner strategico che considera l’Impresa al centro di qualsiasi accordo di natura commerciale e quindi fondamentale la Confindustria. Il Vietnam vuole instaurare accordi di natura commerciale e/o importare prodotti e/o competenze e tecnologie nel settore Aerospaziale, Farmaceutico ed Agroalimentare.

Presente all'evento la SMS Engineering, specializzata nella realizzazione di soluzioni di Business Intelligence, anche per aziende multinazionali, alcune delle quali con stabilimenti proprio in Vietnam, che utilizzano la soluzione partenopea di BI per il monitoraggio ed il controllo dei principali indicatori del proprio Business nel Mondo.

Nella foto sotto, insieme ad alcuni momenti della presentazione, vi sono anche gli scatti relativi alcune stanze della mostra temporanea “Spazio culturale del Vietnam” dedicata alla cultura, all'arte e alla storia Vietnamita presso Il Complesso del Vittoriano, visitabile fino al 26 Gennaio.

seminario Vietnam

MoU tra Confindustria e la Provincia Cinese del Jiangsu – venerdì 26 giugno 2009

Sì è tenuto in Confindustria a Roma, il 25 Giugno 2009 in Viale dell’Astronomia, l'incontro con  una delegazione cinese della Provincia del Jiangsu. Presenti oltre 80 rappresentanti della Provincia tra istituzioni, municipalità, associazioni e imprenditori del settore della Grande Distribuzione, dell’ industria Tessile e dell’ agroindustria. Siglato il MoU (memorandum of understanding) tra Confindustria e la Provincia dello Jiangsu firmato da Paolo Zegna, Vice Presidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria e Shi Heping, Vice Governatore della Provincia dello Jiangsu.

 JiangsuFirma

La provincia dello Jiangsu conta oltre 76 milioni di abitanti, occupa il primo posto in Cina per gli investimenti stranieri e nel 2008 ha avuto 547 investimenti diretti Italiani per un totale di $ 1.700.000.000. L’aspirazione di Confindustria è avere in Cina degli spazi riservati esclusivamente ai prodotti italiani magari partendo proprio da questa Provincia, ribadisce il Vice Presidente Zegna.

La SMS Engineering  ha presentato agli imprenditori cinesi le proprie soluzioni software per la logistica (myWMs www.mywms.it ) , per l’industria e la Business Intelligence (myBI www.mybi.it). In particolare c’è stato un approfondimento con Mr. Qin Fei (Section Chief, The Small & Medium Enterprise Bureu of Jiangsu Province – l’equivalente del settore Piccola Industria di Confindustria) sugli ultimi progetti web sviluppati in SMS engineering con il partner Intrado funzionali allo sviluppo dell’ interscambio Sino-Italiano.

I risultati dell'intesa saranno ufficializzati con la ratifica di un accordo di partnership che avverrà il prossimo settembre a Xiamen in occasione del CIFIT (China International Fair or Investement and Trade), recentemente eletta "Evento Economico dell'Anno".